lunedì 5 gennaio 2009

[Case/Houses] La (mia) casa ideale..- Parte Prima/My ideal House..-

Questa è la mia casa ideale..la Casa della Pina in versione Americana e in versione Italiana./
My ideal house. This is my "ideal House", Maisy's House and casa della Pina, american and italian editions.La villetta della Pina è l'ultima arrivata ed è sicuramente un'evoluzione della prima ereditata dalla cuginona Francesca. Principalmente è a due piani con giardino e oltre alla Pina ci sono Cocco Nilo, Pio Pio e Lillo./The Pina's cottage arrived in our house this Christmas and joins at the first one Maisy's House inherit from the "big Cousin, Francesca"! It has 2 floors and the garden and a lot of "accessories" to play with.

..ecco la Pina grande, Maisy (Americana) e la Pina piccola (Italiana)/These are Pina and Maisy, italian and american landlords!




Una casa pop-up veramente fantastica con cui si divertirebbe chiunque per l'assortimento di oggetti che ha in dotazione. In genere i pop-up sono privi di accessori. Il nostro corredo è così aumentato con alcuni doppioni ma anche con oggetti nuovi come per esempio i-pod o la televisione segno che ormai fanno parte del corredo di ciascun bambino..oltre che adulto. E' piena di porte che si aprono, armadi cassetti e tappeti dietro cui c'è sempre qualcosa. Un mondo di carta pieno di stimoli! An unusual pop-up houses, the last one with new accessories like i-pod and television and a lot of doors and hiding.

Bene questa è la mia casa ideale perchè posso chiuderla e trasportarla con facilità ovunque (ergonomica) e quando sarà distrutta dal tempo e dall'usura potrò semplicemente bruciarla (ecosostenibile, riciclabile).../So this is my ideal house because I can close (ergonomic) it easly and carrry everywhere and when it will be "wrecks" I'll can burn it. (Eco Sustainable, Recyclable)

gli interni dall'alto.../the interiors

e qui parte del corredo e dei nuovi amici.../Some of the accessories and new friends...


Si vendono qui e ve le consiglio in entrambe le lingue./On sale here:
La Villetta della Pina (Italiana)
Maisy's House (Americana)

Ma le mie case ideali non finiscono qui. Anni fà mi cimentai per mia nipote nel realizzarne una tutta in legno. Esiste ancora chiusa in una cantina e appena potrò la recupererò per mia figlia..But the love for doll houses dosen't stop here...some years ago I made one for the "small Cousin, Francesca" that I hope to give back soon for my daughter.

Era pensata per essere trasporatata facilmente visto che doveva giungere a destinazine via Poste e così era completamente smontabile. Costruii in balsa tutti i mobili...era simile a questa nella struttura, semplicissima...ma con il petto a spiovente che si chiudeva. It was a simply wood removable house because it traveled wiyh Post, somethings like this the same structural elements building it.
Ne parlano qui e si vende qui




Meno semplice ma assolutamente fantastica è questa. Qui la modificabilità degli ambienti è la caratteristica che più mi piace e che si ottiene attraverso i moduli compositivi (a piani) e le pareti che attraverso le corsie si possono spostare (stanze). Perfetta sotto l'aspetto della modificabilità e ancora del riciclo sperando che i pannelli trasparenti siano di MaterBi (plastica di mais)!! This is fantastic too.
Through module housing cells and transparents plastic wall, this house can change the shape and the different interior spaces. Cottage or skyscraper?



Si vende qui.

E per finire la serie di case delle bambole questa bellissima casetta nella scatola che somiglia moltissimo a quella realizzata da me e la cui modifiabilità è ancora più spinta perchè basata su cellule di diverse dimensioni che si possono assemblare a piacimento. Qui la modificabilità è fatta per cellule (stanze), quindi la versatilità degli spazi e dei volumi è più ampia. The last one this cute house of dolls in a box with housing cells (rooms) of several form to assemble building your own house in different manners.




Final Wooden House, Sou Fujimoto Architects, 2008 ne parlano qui
..ma dove voglio arrivare? vorrei arrivare a parlare di edilizia, di case in kit di soluzioni abitative per il "nomadismo" e...vi lascio soltanto fantasticare con questa casa-casetta che soltanto dalla cultura giapponese poteva prendere vita e vi aspetto per i post successivi.
E' un'argomento a me caro, ne seguo la ricerca da sempre e noto con piacere che si sta velocemente passando dall'immaginare case del genere soltanto idealmente a vederle finalmente realizzate. Ma quanto ancora bisognerà aspettare? Ikea ha creato un marchio proprio Boklok con cui si stanno creando quartieri interi e se investe Ikea in un progetto simile la risposta è già data. Ma ancora, pensate come si trasformerà il concetto di proprietà privata (già in atto per effetto del precariato!) e che la normativa urbanistica accetterà finalmente e inevitabilmente la sua ufficiale sconfitta...Fantascienza? No! /Where I would like to go? To speak about House in kit, housing solutions for nomads, Boklok by Ikea. I let you to immagine with this small wood house, a real house, that only japane research could be designed. My ideal house....soon!
Condividi/Segnala questo articolo

12 commenti:

Francesca Righi 07 gennaio 2009 10:09  

La casina pop-up è la mia preferita!
Minuscola, dettagliatissima e coloratissima!
;)

Cl@udia 07 gennaio 2009 14:54  

se devo dire la verità, mi piacciono tute le versioni che hai postato...sognare per sognare, mi piacerebbe avere una casa che si modifica a seconda di come mi sento quel giorno...
ma concordo anche con Francesca,,,,,,,
W le casette

GIfelt 07 gennaio 2009 15:29  

Ma quanto brava sei, Roberta! Ti ammiro moltissimo perchè riesci a coniugare armoniosamente il mondo della fantasia con quello della razionalità, quello delle piccole cose con quello delle grandi, quello dei bambini con quello dei grandi! Sentimento, creatività e logica stanno insieme nel tuo cervello...mi piacerebbe entrarci per qualche istante per godere anch'io di tanto equilibrio.
Ma avrai anche tu qualche difetto, no? Mostro!
Ciao. Auguri.Giulia

Merylu 07 gennaio 2009 20:50  

Io ADORO le case delle bambole! Davvero, soprattutto ultimamente, ho una voglia matta di costruirmene una per me. Magari imparare a fare qualche miniatura...
La più bella di questo post è quella pop-up, perché mi ricorda quella che avevamo io e mia sorella da bambine! Era un libro, di quelli un po' grandi, e aprendolo e legando poi le due estremità ne veniva fuori una casa di carta che era graziosissima! Ne andavamo pazze. E ammetto che ogni tanto, anche adesso, la tiriamo fuori e la apriamo giusto per darle un'occhiata e per rivivere ad occhi aperti quei periodi fatati... =)
un bacione!
Mary

i roberti 07 gennaio 2009 21:32  

grazie per i commenti finora arrivati mi piace molto sapere ciò che voi vedete con i vostri occhi e i pensieri che anche uno spunto di questo genere produce in chi mi legge..anche qui si condivide...

@francesca righi

le caratteristiche che piacciono ai bimbi.. è la tua anima infantile a farti essere così brava..dico sempre che si dovrebbe giocare tutta la vita...ma non si può..peccato!!!

@claudia
...non sai quanto piacerebbe anche a me avere una casa come quella da te immaginata...ci capiamo!

@Gifelt
sapessi..ne ho tantissimi di difetti in fondo sono una grande sregolata! grazie per il mostro detto da te e così è un bel coplimento!!

@Merylu
...i ricordi dei bimbi sono i più belli, pochi ma intensi e questo da te descritto è così tenero e ancor più tenero è pensarti con tua sorella che riaprite il libro come una volta...fatelo ancora e tante e tante volte non vi farà certo male...anzi!!

un bacio a tutte che mi avete seguita anche qui....
roberta

sammy,  07 gennaio 2009 22:05  

grazie Roberta...ci fai sempre fantasticare!!
come sei brava!!!!
sammy

Vania e Paolo 08 gennaio 2009 21:16  

Copio da una canzone che stò ascoltanto, "sei una fonte di energie...una scarica di ideee...dritta nel cuore...dolce casa..." l'ho un po' modificata, ma stasera sono così. Vania e anche Paolo visto che dice che non lo scrivo mai !! :))))Ciao

sempre Fata Bislacca 08 gennaio 2009 23:10  

Bellissimo post Roberta cara, e bellissimo leggere le tue risposte ai commenti!!!!
Mi fa impazzire la casetta di Mousy, adesso andrò a capire come procurarmela, trovare una scusa per comprarmela e per giocarci!!! Bello, vai avanti, tutto va bene; per il meglio! Baci baci teneri e bislacchi

Milly 08 gennaio 2009 23:39  

Deliziosa la casa pop-up; molto interessante l'idea di soluzioni abitative con case in kit.
A presto, con la curiosità per i nuovi post sull'argomento.
Ciao.

i roberti 09 gennaio 2009 00:13  

@sammy
grazie...per fortuna per i miei sogni di casa ideale qualcosa di reale si sta vedendo...
@Vania e Paolo...ma quanto mi siete simpatici in coppia!! se sapessi quanto è alternata la mia energia!! un abbraccio ad entrambi
@fataBislacca
..ti spettavo! grazie
i miei sforzi non finiscono mai!! non mi arrenderò..non trovare scuse non ne hai bisogno la bimba che è dentro di te è la tua risorsa..continua a giocare...ti adoro
@Milly
ti aspetto allora..!!

RID 09 gennaio 2009 22:06  

Hola Roberta,
aquí estoy,visitandote. Me gusta mucho todo lo que escribes , es muy interesante.
Un beso bien fuerte

AnnaDrai 10 gennaio 2009 23:15  

io le vorrei tutte! ma proprio tutte, tutte le casette che si possono costruire e disfare, personalizzare e ampliare, smontare e rimontare...
grazie per tutti questi link che fanno sognare come da bambini

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP